3 Regole per Tornare in Forma dopo il Lockdown

Dopo il periodo di lockdown tornare in forma non è semplice. La maggior parte di noi è abitudinaria quando si tratta di dieta. Facciamo la stessa spesa ogni settimana, mangiamo negli stessi ristoranti e ordiniamo lo stesso caffè ogni giorno. Tuttavia, ogni tanto, le nostre routine vengono interrotte e siamo costretti a cambiare le nostre abitudini.

Ogni volta che ciò accade, di solito non siamo preparati a gestire questi cambiamenti. Essi possono verificarsi quando dobbiamo recarci in luoghi per periodi prolungati o ogni volta che restiamo bloccati a casa per lunghi periodi di tempo a causa di condizioni meteorologiche, disastri naturali o altri eventi imprevisti.

Adattarsi a periodi prolungati a casa può sembrare un compito scoraggiante. Tuttavia, ci sono alcuni semplici consigli facili da realizzare che puoi usare per tornare in forma praticando una dieta sana.

1 Fai scorta di frutta e verdura!

Sappiamo che frutta e verdura sono elementi fondamentali per tornare in forma. Esistono molte prove che suggeriscono che l’assunzione di frutta e verdura può ridurre il rischio di malattie cardiache.


Per tornare in forma, opta per frutta e verdura di stagione, che sono ricche di alcuni nutrienti come le vitamine del gruppo A (che sono un potente antiossidante), quelle del gruppo C (che intervengono nel sistema immunitario, aiutando a sconfiggere influenza e raffreddori), il beta carotene e l’acido folico.

Assumere un paio di porzioni di frutta e verdura al giorno riduce il rischio di contrarre i tumori dell’apparato digerente.

2 Acquista alimenti ricchi di nutrienti e non deperibili

Uno dei problemi riguardo l’acquisto di generi alimentari e la loro conservazione per periodi prolungati è che, in generale, i cibi più “sani”, più ricchi di nutrienti, tendono ad essere più deperibili rispetto agli alimenti a basso contenuto di nutrienti e altamente trasformati.
Tuttavia, ci sono alcuni alimenti che hanno molti nutrienti ed anche una buona conservabilità e possono essere molto facili da cucinare.

Ad esempio, le zucche sono un’ottima fonte di vitamine e minerali e possono essere conservate anche per diverse settimane. Esse sono ricche di vitamina A, vitamina B5, vitamina B6, acido folico e potassio.
Queste possono essere arrostite, grigliate o tagliate e messe in stufati o zuppe e sono un cibo relativamente poco costoso.

Altri alimenti consigliati sono le lenticchie, un’ottima fonte proteica a base vegetale con un grande apporto di vitamine e minerali oltre che un prodotto non deperibile con una conservazione molto lunga.
Le lenticchie sono ricche di magnesio, zinco, potassio, ferro e diverse vitamine del gruppo B. Sono anche un’ottima fonte di fibre.
Le lenticchie possono essere cotte facilmente e possono essere aggiunte a quasi tutti i piatti.
Sono ottimi contorni ed anche ottimi piatti per vegetariani o pasti a base vegetale. Possono essere acquistate essiccate e sfuse, oppure possono essere acquistate cotte e inscatolate, il che le rende facili da conservare per lunghi periodi. Ceci, piselli, fagioli, fagioli neri e soia sono tutte alternative eccellenti.

Un’altra buona fonte proteica non deperibile in tempi brevi sono le uova, che  possono fornire fonti proteiche molto nutrienti ed a basso costo.

Infine, anche la carne bianca ,come pollo e tacchino, può fare al caso vostro: infatti è una fonte molto ricca di proteine.

3 Pianifica i tuoi pasti

Come ben noto, uno dei modi migliori per restare in forma è avere una buona pianificazione per i pasti.

Si consiglia sia agli adulti che ai bambini di consumare cinque pasti al giorno: oltre ai tre pasti principali (colazione, pranzo, cena) anche due spuntini a metà mattina e metà pomeriggio.

Un punto fondamentale consiste nel non saltare la colazione, in quanto non solo ci fornisce l’energia sufficiente per iniziare la giornata ma fornisce all’organismo i nutrienti che consentono a tutte le funzioni metaboliche di ripartire con slancio e di continuare a funzionare a dovere per tutta la giornata.

Inoltre, un piccolo pasto al risveglio migliora la sensibilità all’insulina e permette quindi di regolare gli indici glicemici durante tutta la giornata.

Sia valori troppo bassi di glicemia (ipoglicemia) che valori troppo alti (iperglicemia) sono potenzialmente pericolosi per l’organismo e, se protratti per lunghi periodi, possono portare a conseguenze molto gravi  come il diabete.

Ecco perchè mantenere costante la glicemia è un punto molto importante.

Infine non dimenticate del ruolo fondamentale degli spuntini, molto utili per non avere attacchi di fame prima dei pasti principali.

Seguendo questi tre semplici consigli potrai tornare anche tu in forma dopo il lockdown!

Commenti

commenti